6 43 2

 Marie Antoinette

Partire dalla mia arte del dolore e arrivare alla mia arte della felicità e della nobiltà

Starting from my art of pain and getting to my art of happiness and nobility

 

Il mio nome è Katia Scarlata e sono un’artista Siciliana.

“Capricci a corte nella giostra dell’amore e del dolore” è il fastoso capitolo iniziale della mia
maniera di fare arte contemporanea dal 2018. Partendo negli anni da un progetto
autobiografico in cui delineavo le sfumature di una vita difficile e a grandi
linee dolorosa, nacque la serie “100 chiodi al cuore” che fu inizialmente la
spinta alla mia tesi di laurea del triennio (in pittura) con cui mi sono
laureata nel 2012 con il massimo dei voti presso l’Accademia di Belle Arti di
Palermo, tesi di laurea che poi divenne una grande installazione quittica
d’arte (anche se il reale titolo della mia tesi cartacea è stato “Quando gli
atteggiamenti diventano forma” per caratterizzare il mio vissuto traformato in
forma, in qualcosa di concreto e meno astratto ma sono trascorsi diversi anni
dalla mia laurea e spesso confondo i titoli che ho attribuito alla mia ricerca
artistica e oscillo tra 100 chiodi e la trasformazione in forma… per me sono la
stessa cosa e sono titoli che mi affascinano tantissimo e di cui vado fiera per
queste ragioni per me equivalgono ad un’unica strada, ad un’unica filosofia e
ad un unico filo conduttore… ovvero quello di affrontare il dolore e superarmi
attraverso l’auto guarigione e la forza interiore).

I miei disegni e dipinti iniziali sono stati frutto di una immensa confusione esistenziale di cui ora
sono consapevole ma di cui in passato provavo esclusivamente dolore e
allontanavo da me ciò che producevo. Finalmente oggi eccomi come una persona
cambiata, migliorata, ho superato dolori e paure.

A differenza del 2012, quest’anno (2018) sto realizzando modelle con una anatomia più umana, ma
soprattutto rivestite di felicità. Quello che voglio esprimere è un pianeta
nobiliare fresco, limpido, impreziosito di capricci, eleganza e infiniti
arabeschi ed ancora tanta felicità ma anche tanta bellezza e pittura dai mille
colori. Una Rivoluzione Francese dalle note barocche e rococò che richiama
anche le artistiche maschere Veneziane del settecento e una Rivoluzione
floreale primaverile.

L’arte mi ha baciata e la vita anche se è stata drammatica con me e tragicomica a tratti, oggi direi che
è frizzante, imprevedibile e grazie a Dio mi sorride come io sorrido a lei con
il mio saper fare autoironia. La mia pittura oggi è “sana”, è come una
farfalla fucsia che si libera danzando nell’aria…

Voglio raggiungere la felicità e arrivare a notevoli “stati di grazia”…

Voglio infine completare la mia ricerca artistica con una grande opera che starà a significare il mio
obiettivo di trasformazione realizzato, la mia pace interiore e uno stato di
grazia superiore, il suo titolo sarà AMEN.

 

Tag

2 commenti su “ Marie Antoinette”

  1. MediaJob Rispondi    aprile 10, 2018

    Bello e particolare

  2. Katia Scarlata Rispondi    aprile 11, 2018

    Grazie

Scrivi un commento

Accedi
Registrati
Invia messaggio